Sguardi laser: dialoghi sessuali tra gli occhi (mentre le bocche parlano d’altro)

Durante una cena a cui ho partecipato sere fa ho pensato alle potenzialità dello sguardo. Al suo potere. Al  linguaggio segreto ed osceno che riescono a parlare due paia di occhi, mentre le bocche vanno per conto loro e raccontano col pilota automatico di cose innocue.

Un napoletano sedeva di fronte a me quella sera. Un giovane napoletano con la barba curata,  l’aria rilassata e tanto testosterone in corpo. Simpatico per giunta. Ogni tanto i nostri occhi si incrociavano. Così: inaspettatamente. Lui etero ed io gay. Lui etero amante della donna, e forse…. Io gay, avvezzo all’uomo vero. Era sorprendente, quell’incrocio di sguardi. Ed imbarazzante. Quasi lui si sentisse scoperto.  E volesse però contemporaneamente vivere l’esperienza trasgressiva. Perchè quegli sguardi così fuori posto, quando nessuno dei due parlava, e così intensi, rapidi, voraci e penetranti,  non avevano altra spiegazione che l’essere un muto messaggio di desiderio…

Ma comunque i dialoghi oculari più intensi li ho vissuti oggi al mercato. Era tempo che non ci andavo, di domenica. Mesi direi. E lì ho rivisto due giovani venditori che conoscevo.

Il primo aveva aperto un banco tutto suo. Mentre prima lavorava per un altro venditore. Lo ho trovato più irrobustito quest’oggi. E più maturo. Anni fa avevamo scherzato spesso, e una volta -mentre mi provavo dei jeans- lui aveva sbirciato in quella specie di camerino improvvisato che hanno ai mercatini;  io ero in sleep rossi, di spalle. Scherzavamo così insomma. Oggi ci siamo ritrovati maturati nel fisico e nell’animo. E mentre parlavamo di lui, che finalmente si era messo in proprio dopo dieci anni, del suo commesso del bangladesh e di cose del genere che neanche ricordo più, i nostri occhi dicevano ben altro: -Sai che ti desidero!  -Sei molto più sexy oggi che allora! -Che dolce sei! -Ti piaccio ancora? -Mi piaci ancora di più! -Vorrei stare un po’ solo con te! –  ed altre cose che non posso scrivere, perché forse troppo oscene.

L’altro venditore è un colosso, un pezzo di ragazzo, con un piccolo arazzo tatuato su un braccio. Un gigantone educato con cui non avevo mai avuto nessun tipo di approccio scherzoso di tipo sessuale. Non ho mai comprato niente da lui. Ci salutavamo e basta quando gli passavo davanti o guardavo la merce sul suo banco. Oggi lui mi ha fermato addirittura, per salutarmi, io mi sono voltato, sono tornato indietro, l’ho raggiunto ed abbiamo cominciato a parlare. Del fatto che ne era passato di tempo, dall’ultima volta che ci eravamo visti. Del fatto che durante i cambi stagione si vende poco, perchè la gente non compra più i capi della stagione che sta per finire e neanche quelli della stagione che non è ancora arrivata. Parlavamo di cose così… mentre gli occhi si dicevano: -Magari una sera potresti venire a casa mia!  -Che corpo enorme, finalmente qualcuno più alto di me! -Che dolce sei… – e per salutarci ci siamo scambiati una stretta di mano, intensa, avvolgente, e prolungata all’inverosimile, fino al limite imposto dalla decenza, e forse travalicandolo.

Già. Ma gli occhi a volte ai venditori del mercato non sembrano bastare, e  per rafforzare il loro messaggio, entrambi i ragazzi hanno controllato con la mano l‘attrezzatura da combattimento e verificato che i miei occhi le dedicassero la dovuta attenzione. Ma io ho pensato invece che guardarli negli occhi con maggiore intensità mentre sistemavano il viril instrumento fosse per me e per loro più eccitante e meno basso. Così ho fatto, e mi è parso gradissero anche loro l’intensità emotiva del momento!

Annunci

Un commento su “Sguardi laser: dialoghi sessuali tra gli occhi (mentre le bocche parlano d’altro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...